Archiv für den Monat: Oktober 2020

Le banche centrali stanno perdendo oro. Alla fine acquisteranno Bitcoin? L’Iran dice di sì!L’Iran acquista bitcoin

Per la prima volta in dieci anni, diverse banche centrali in tutto il mondo hanno iniziato a vendere il loro oro. Secondo un rapporto di Bloomberg , diverse nazioni produttrici di oro hanno sfruttato il prezzo elevato dell’asset per mitigare gli effetti della pandemia sulle loro economie nazionali.

L’oro ha registrato un prezzo quasi record nelle ultime settimane, e questo aveva spinto le banche centrali a iniziare a far cadere il loro oro nel tentativo di gestire l’economia.

Ma parliamo dell’oro digitale, Bitcoin Billionaire che è sopravvissuto a molte fluttuazioni del mercato e si è dimostrato una copertura contro l’inflazione e la crisi economica.

È vero, le banche centrali non sono sempre state a favore delle criptovalute, in particolare Bitcoin. Tuttavia, considerando i casi d’uso e il valore della criptovaluta, potrebbe non essere troppo lontano in futuro prima che le banche centrali acquistino bitcoin come risorsa di riserva.

L’Iran adotta Bitcoin

Si dice che il cambiamento sia l’unica cosa costante al mondo, e questa affermazione si è dimostrata vera in così tanti casi. In un recente rapporto , le autorità iraniane hanno dichiarato ufficialmente che Bitcoin sarebbe stato utilizzato per le transazioni internazionali.

Questa mossa ha reso l’Iran il primo paese al mondo a utilizzare Bitcoin come mezzo di scambio. La banca centrale dell’Iran acquisterà Bitcoin estratto legalmente dai minatori per finanziare le importazioni da altri paesi.

Le criptovalute erano illegali nel paese fino al 2019, quando ha emesso il suo regolamento. Sebbene l’Iran non sia più molto severo riguardo alle criptovalute, non è nemmeno troppo indulgente con loro. Tuttavia, con le sanzioni statunitensi che esercitano pressioni sull’economia iraniana, diventa impossibile per loro utilizzare il dollaro nei traffici internazionali.

Inoltre, la valuta fiat del paese è in calo negli ultimi due anni. Il rial iraniano è peggiorato con la crisi indotta dalla pandemia COVID-19

Legalizzando l’estrazione e l’uso di Bitcoin nel paese, l’Iran aggirerà la sanzione degli Stati Uniti mentre partecipa agli scambi internazionali.

L’Iran è solo un caso in cui le banche centrali si sono rivolte a Bitcoin nel bel mezzo di una crisi economica nazionale. Con il passare dei giorni, molte altre banche centrali in tutto il mondo cambiano la loro posizione su Bitcoin e criptovaluta in generale.

Alcuni sono passati dal condannare apertamente Bitcoin alla modifica della loro legislazione per consentire l’uso delle criptovalute. La Svizzera, ad esempio, ha recentemente modificato le sue leggi sulle criptovalute per promuovere l’adozione tradizionale.

Con l’Iran in testa, è abbastanza possibile vedere più banche centrali che acquistano Bitcoin in futuro.

Cryptocurrency-crazy hedge funds – Institutional investors invested $ 2.7 billion in this giant fund in 2020

More Cryptos – Cryptocurrency investment funds managed by the Grayscale company have been breaking record after record since the start of this year. In its latest quarterly report, Grayscale shows that institutional investors continue to position themselves exponentially in major crypto-assets.

$ 1 billion invested in cryptos in just 3 months

Fund manager Grayscale buys cryptocurrencies as an underlying to its investment products, with its clients then buying shares in those funds.

As storage remains the responsibility of Bitcoin Pro, institutional investors seem very fond of this mode of acquiring crypto-assets. This is in any case what confirms, once again, the last activity report of Grayscale, for its third quarter of 2020 .

Over one year, since the end of September 2019, the company’s crypto-assets under management have increased from a total of 2 to 5.9 billion dollars , an increase of about 195% . In the last quarter alone, Grayscale added $ 1.05 billion worth of cryptos to its reserves.

Cumulative value (in millions of dollars) of all crypto-assets under Grayscale’s management

Unsurprisingly, the most popular fund for investors is the Grayscale Bitcoin Trust , with an average of $ 55.3 million invested each week in the third quarter (nearly $ 720 million over 3 months).

After BTC, ethers (ETH) are the most in demand: the Grayscale Ethereum Trust has seen an average of $ 15.6 million in weekly investments.

2% of all existing ethers to satisfy institutional appetites

With the new investments this quarter, Grayscale now has under its management 2% of all ethers mined to date.

As can be seen from the graph below, institutional investors are by far the biggest leaders of these crypto-investments. It thus represents 81% of the sums invested during the third quarter and 80% over the last 12 months.

Percentage of total sums invested by type of investor

Grayscale notices that their clients are gradually seeking to diversify their crypto-assets . Indeed, in addition to the success of Ethereum, the Digital Large Cap fund – which concerns a basket of 5 cryptos – and the funds dedicated to Litecoin (LTC) and Bitcoin cash (BCH) have experienced very strong growth in the last quarter. .

In more detail, the Grayscale Litecoin Trust saw $ 27.2 million over 3 months, an increase of 1,800% compared to the second quarter. For Bitcoin Cash Trust , the quarterly increase is 1,500% and it is 900% for Digital Large Cap .

Investments per quarter in the various funds of Grayscale

The movement to buy crypto-assets by institutions is growing impressively. Even so, it’s normal to wonder when these massive investments are going to impact crypto prices. At such a rate, one would be tempted to say soon.